Cerboli è un isolotto calcareo nel canale di Piombino, a circa 8 km dall’Isola d’Elba e 6,5 km da Piombino. L’isola, che è stata di proprietà dello scrittore Carlo Cassola, è passata agli eredi dopo la scomparsa dello scrittore e da questi venduta nell’anno 2000. Oggi rientra nel perimetro del Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano ed è una zona di protezione speciale ZPS di Bioitaly. L’isola ha una estensione di 0,04 kmq, ed è interamente ricoperta di macchia di cisto marino, gariga e lentisco. Le sue caratteristiche faunistico-botaniche non sono ancora del tutto studiate e note ma, per certo, ospita endemismi vegetali ed animali dell’Arcipelago ed una sottospecie di lucertola che vive solo in quell’ambiente (Pordacis sicula cerbolensis). Gli unici segni del lontano passaggio dell’uomo, sono una piccola cava dismessa e qualche rudere diroccato.

….Si ancora in una caletta sul lato sud dell’isolotto su un fondale a 12m circa di profondità. L’immersione comincia con l’ingresso in un sifone a pochi metri di profondità il cui fondale è di ghiaia e sabbia. Dopo una decina di metri di penetrazione ci permette di sbucare sul lato ovest dell’isola e affacciarci su una franata che degrada dolcemente sino a 45m di profondità. Durante la nostra discesa è possibile incontrare negli anfratti, polpi, aragoste, scorfani, murene e bellissime gorgonie gialle e rosse che ci accompagnano sino alla profondità di 18m. Risalendo e voltandosi verso il blu del mare aperto è possibile l’incontro con barracuda e dentici di discrete dimensioni.